© Tutti i diritti riservati.

Come aderire

Aderire

Aderire è un atto importante per chi lo compie, è una scelta. Al tempo stesso, è decisivo per l’associazione, perchè ne è l’atto costitutivo.
L’Azione Cattolica esiste perché dei laici decidono di associarsi condividendone le linee e lo stile. Ogni anno i soci sono chiamati a rinnovare la propria adesione. Per tutti l’aderire è un nuovo inizio!
L’adesione all’Azione Cattolica viene celebrata in tutta Italia ogni anno il giorno 8 dicembre, festa di Maria Immacolata. Ti invitiamo dunque ad aderire entro quella data per iniziare insieme il cammino.
In questa sezione del sito trovi le indicazioni su come aderire, sulle quote e sui sussidi inclusi nell’adesione.

Note Tecniche

Per aderire chiama il numero 035.239283 o scrivi a segreteria@azionecattolicabg.it.
Il personale dell’ufficio ti darà tutte le informazioni necessarie.
Trovi un Vademecum nel documento allegato.

Quote Associative

Il sostegno economico è il mezzo attraverso cui l’AC può continuare ad esistere e mantenersi libera. E’ indispensabile. Come indispensabile, allora, sarà la necessità di separare adesione e sostegno economico, per poter dar più forza alla scelta di appartenere all’associazione e permettere ai soci di comprendere meglio la necessità di sostenerla anche economicamente.

Giornata dell’Adesione

L’8 dicembre per l’Azione cattolica è la Giornata dell’adesione. Da sempre l’associazione lega il giorno in cui i soci rinnovano l’iscrizione annuale all’Ac con la solennità dell’Immacolata Concezione: non è solo una questione formale di aggiornamento delle tessere, ma – sotto la protezione di Maria, donna del «sì» – i laici rinnovano il loro «sì» all’impegno e alla testimonianza nella Chiesa e nel mondo.

Modulistica/Privacy

Le Associazioni Diocesane e quelle Parrocchiali sono chiamate ad adempiere la burocrazia legate alla nuova normativa per la privacy. Al centro di questo cambiamento sta, come prima cosa, l’attenzione alla cura delle persone: trattare in maniera corretta i dati personali dei nostri soci significa infatti rispettare loro e le loro scelte, significa riconoscerne l’originalità e l’unicità. Per questo vi chiediamo di porre particolare attenzione nel trattare questi aspetti, che sembrano solo questioni legislative, ma in realtà richiamano le scelte di fondo della nostra Associazione.
In questa sezione trovate i seguenti documenti:

Promozione associativa

Promuovere è muovere in avanti, muovere verso gli altri, verso un sogno e una profezia da costruire insieme, in una rete di relazioni che si consolida e si allarga e fa dell’Azione Cattolica un luogo, un tempo, una casa per tutti.
Desideriamo cercare sempre il “di +” che è Gesù Cristo, il “di +” che è il nostro camminare insieme, il “di più” che è la ricchezza di ogni persona che riusciamo a coinvolgere in questo ordinario e straordinario modo di essere Chiesa.
Al centro della nostra attività ci sono la cura dei legami associativi e la valorizzazione della rete tra i livelli parrocchiale, diocesano, regionale e nazionale, nelle rispettive specificità.
Perché solo accorciando le distanze, l’Azione Cattolica, a partire dalle associazioni di base fino ai responsabili nazionali, può “prendere l’iniziativa senza paura, andare incontro, cercare i lontani e arrivare agli incroci delle strade per invitare gli esclusi” (EG 24).

A tutto campo – Adesione 2022

Occhi aperti perché è partita la campagna Adesioni 2022 e quest’anno sarà… A tutto campo! Occhi aperti, dicevamo: è la vista che quest’anno desideriamo allenare, riscoprendo la gioia di incrociare lo sguardo dei fratelli e delle sorelle nella vita di ogni giorno e di comunicare, anche attraverso l’incontro visivo, l’entusiasmo di appartenere all’AC, la rete di relazioni che mai ci lascia soli.
Fissi su di lui” (Lc 4,14-21) è l’icona biblica che accompagnerà l’anno formativo che sta per iniziare: in essa cogliamo l’invito a vivere il cammino associativo con «la consapevolezza che qualcosa di diverso deve finalmente succedere» e che «quando c’è attesa, immancabilmente gli occhi si spalancano, lasciando che giunga qualcosa di nuovo e ci scuota, ci liberi, ci rimetta in piedi» (Orientamenti per l’anno associativo 2021-2022).
Fissi, dunque, ma non immobili. Dopo l’esperienza delle chiusure e delle restrizioni dovuti alla pandemia, sentiamo il bisogno di leggere l’invito alla fissità non come ad una fuga da ciò che ci circonda, ma come la chiamata ad allargare lo sguardo, determinati – in questo sì, fissi (forse anche un po’ fissati) – a notare i particolari, a leggere la realtà complessa in cui siamo immersi, a scorgere chi sta ai margini. La promozione associativa, in fondo, ci sembra questo: un continuo esercitare la visione d’insieme, con la capacità di “sconfinare” oltre ciò che balza agli occhi a prima vista.
Ciascuno di noi può essere il buon giardiniere che fa fiorire la vita associativa, quel campo dove continuare sempre a seminare con passione e tanta cura. Per questo, anche quest’anno sono a disposizione strumenti e materiali (scaricabili dal sito nazionale) molto semplici, a partire dalla della locandina e dal banner, per iniziare a promuovere l’adesione all’Azione Cattolica in parrocchia, in diocesi e sui canali social, la proposta di preghiera per la Festa dell’Adesione, la presentazione della proposta formativa dell’anno per i responsabili e gli educatori. Si può acquistare il segnalibro, che torna in versione doppia: una metà da tenere, l’altra da staccare e regalare a un amico, per invitarlo a scoprire l’associazione e a moltiplicare l’entusiasmo dell’appartenenza all’AC (potete scrivere a commerciale@editriceave.it per ordinarlo prima che vada a ruba!) Ed infine il volantino promozionale del kit Adesioni con i nuovi gadget.
Guardando Gesù, facendoci illuminare dal suo Volto, potremo allenare il nostro sguardo a superare i limiti di un campo visivo ristretto dall’individualismo e dall’autoreferenzialità e arrivare ad incontrare i più fragili, a praticare la fraternità universale, a ritessere relazioni “sfilacciate”, a coinvolgere tutti in una vita associativa davvero… A tutto campo!

Sottoscrizione